mercoledì 11 marzo 2020

Mettiamo la mascherina!!!!!

 E' da un po' che mi sono allontanata dai social per recuperare un po' di tempo... In questi giorni ne sto avendo in abbondanza, come tutti noi: dal momento in cui dobbiamo stare a casa ( stiamoci tutti, vi prego!!!!!) sto cercando di ottimizzare questo dono prezioso che è il tempo! Ed ho ripreso a sbirciare su Facebook....ma che è successo dall'ultima volta che l'ho visto? Tutti sono diventati specialisti! Ma quanti scienziati sono nati? Tutti sanno tutto e giudicano tutto... Mah! Io non mi esprimo circa il Coronavirus se non per dire che, secondo me, all'inizio di questa brutta vicenda avremmo dovuto pensare tutti di indossare la mascherina. La mia logica dice: se il virus si trasmette anche quando ancora non ci sono i sintomi, come si fa a dire che la mascherina deve indossarla solo chi è malato? Se ancora non lo sa, di essere malato! Dobbiamo metterla tutti proprio per non essere contagiati! Insomma se io esco, la metto. Ma in farmacia non se ne trovano più e se si trovano, difficilmente possono essere lavate. Allora ho seguito i consigli della mia cara amica Anna Borrelli apportando alcune modifiche al suo modello ed ecco qua! Si può lavare e sterilizzare tutte le volte che vuoi! Ed ha superato la prova: dopo averla indossata, ho alitato su uno specchio e questo non si è appannato.
Se volete realizzarla, vi do le misure:
- due rettangoli ( uno di stoffa e uno di imbottitura sottile trapuntata) cm 24 x 18
- due rettangoli di stoffa di cm 6 x 15 per profilare i due lati dopo aver formato le pieghe
- due elastici di cm 25
Buon lavoro!































domenica 16 febbraio 2020

Preparativi per i corsi di Cucilandia Bologna




È da un po’ che mi sono ritirata dai social: una scelta momentanea dettata dall’aver preso consapevolezza che stavo sprecando troppo tempo... Il tempo...è un dono così prezioso...e noi spesso non ci pensiamo....lo lasciamo fluire....lui passa mentre noi facciamo cose poco importanti. Ho deciso da un po’ di tempo di scegliere le cose da fare (quelle per cui ho facoltà di scelta) dandomi delle priorità. A me piace realizzare cose belle. Ecco, voglio dedicare loro più tempo. Ma la dimensione social non la voglio eliminare: la voglio usare con parsimonia! 
Ecco,oggi la uso per mostrarvi come sto preparando i due corsi di Cucilandia Bologna che prenderanno vita il 22 febbraio. 
Il giorno prima, il 21, presenterò insieme a Laura Di Cera, il mio libro BALTIMORA edito da Corrado Tedeschi Editore.
 Perchè con Laura? Perchè ha realizzato il suo quilt matrimoniale Baltimora seguendo passo passo i miei suggerimenti! Il suo quilt è stupendo e lo mostreremo a chi verrà a trovarci a Cucilandia Bologna.....



 corsi che terrò  saranno da realizzare interamente a macchina. Vediamo un po’ di cosa si tratta. 


Primo corso: Appliquè a macchina



È una mia personale rielaborazione di un lavoro di  Elizabeth Landas.
È interamente realizzato ed applicato a macchina. 
Durante il corso si imparerà come si trasferiscono i motivi sulla stoffa, si disegnerà la stella sulla base e si realizzeranno i motivi centrali con una delle tecniche di applique’ a macchina.
La Stella verrà terminata a casa.




E questo è il secondo! 


Per fotografarla l'ho spillata sopra la Stella di Betlemme appesa in casa .....



Corso di livello intermedio. Tecnica del paper piecing.

È una stella ad otto punte realizzata a macchina. 
Durante il corso si imparerà e si approfondirà la tecnica del paper piecing realizzando una delle otto losanghe che formano la stella.
Nel corso si imparerà la  tecnica e la stella verrà finita a casa.
Sicuramente la tecnica  Paper piecing non è una novità....ma io ho messo a punto numerosi trucchi per riuscire a fare un bel lavoro facilitato....



Per realizzare le due stelle ho usato questo gioiellino di macchina che Adele Fideghelli ha nel suo negozio Cucilandia Bologna.


Non vedo l'ora!!!!











domenica 8 dicembre 2019

La mia Annunciazione




Ho sempre pensato che il "sì" della Madonna le sia costato tanto.... Certo, ha accolto la sua speciale maternità con la gioia nel cuore perchè annunciatale da un Angelo, l'Angelo del Signore....
Lei l'ha visto, l'ha sentito, ha parlato con lui....era vero, non poteva aver dubbi. Va bene. Ma quando l'Angelo è andato via....in quel momento Maria ha capito l'enormità della cosa.
 Bisognava dirlo ai suoi genitori....
Ecco, io ho immaginato la scena ....ho immaginato il batticuore della Madonna, la sua paura, la sua difficoltà.....
E il suo fidanzato? Le avrebbe creduto? Se non l'avesse creduto rischiava la vita......ma non semplicemente.....le sarebbe stata inflitta la lapidazione..... 
"Dio....Dio mio....sostienimi, illuminami, suggeriscimi ciò che devo dire, illumina i miei genitori, illumina Giuseppe....Mi hai chiesto se voglio diventare la Madre del Messia.....ti ho risposto "sì"....ma ora non lasciarmi sola...."
Ecco.
Ho immaginato così quei momenti....


domenica 24 novembre 2019

Abbiamo costruito un albero a sei piani! Ecco il tutorial!



Era da tanto che desideravo costruire un albero di Natale a piani.... anche per mettere in mostra i giocattoli vintage in latta di Antonio.

Ho progettato perciò un albero a sei piani; ho stabilito le dimensioni del disco più grande ( cm 130) e le misure degli altri sono venute da sè. 
Per disegnare il progetto ho stabilito una scala: 
un quadretto=10cm


Ho deciso, poi, di costruirlo con del cartone pressato.
I fogli misurano cm 100x70....quindi ho dovuto "progettare" anche le unioni dei fogli di cartone per arrivare alle misure desiderate.

Ho disegnato sul cartone sei cerchi... Per i dischi piu grandi ho, quindi, dovuto unire con colla a caldo e scotch da pacchi due fogli di cartone.
Un semplice taglierino non ce l'ha fatta a tagliarli e....abbiamo usato un coltellaccio!





Ogni disco doveva essere bordato con i rami sintetici.....che dovevano essere attaccati ai dischi tramite uno spago. Perciò Antonio ha pensato di bucare il perimetro dei dischi con una sua bucatrice.








Abbiamo cominciato, quindi, a chiederci come tenere sospesi i piani uno sull'altro finchè abbiamo pensato che i tubi di cartone pressato potessero fare al caso nostro. Abbiamo scelto i tubi piu grossi per i piani bassi piu grandi. Per i piani più piccoli abbiamo usato i tubi attorno a cui sono arrotolate la carta forno, la pellicola e la stagnola. Il tutto attaccato con la colla a caldo.







Abbiamo creato un incastro con un pezzo di tubo di 5cm. I tubi che fanno da piedi e da sostegno tra i vari piani sono cm 30. 




Ho, finalmente, attaccato i rami con uno spago e con l'aiuto dei buchi









E finalmente ecco i primi piani posizionati al loro posto!!!!





 Inizia l'addobbo adagiando l'imbottitura a fiocchi a mo' di neve....


E Leo collauda la tenuta del primo piano!!!



 Sistemo i giocattoli vintage di Antonio.....

















E sui piani alti il Presepe con i pastori di mia nonna....








Ed ecco  l'albero finalmente finito e completo!




Bene! Se vi va di costruirlo, vi ho dato tutte le informazioni... ma se avete bisogno di aiuto, contattatemi!