Lettori fissi

sabato 21 maggio 2011

Scatola giapponese

Ciao, ci sono, ci sono......Sparisco ogni tanto ma poi ritorno....Voglio farvi vedere una scatola portalavoro  che abbiamo realizzato io e Carmen (ognuna la propria e con stili diversi) per poter avere gli attrezzi più usati sempre in ordine.

 Eccola aperta; notate il coperchio capovolto: lo abbiamo foderato con della pelle in modo da poterlo usare per il metodo della Saito per l'appliquè, cioè con l'attrezzino di legno che "sagoma" il pezzo da applicare:



Questo è l'interno con tutti i ferri del mestiere ben ordinati nelle pareti della scatola:






E questo è il coperchio visto dall'esterno :


Ed ora...posso lavorare con tutto a portata di mano e, quando avrò finito, la scatola si chiude e diventa un...complemnento d'arredo!

6 commenti:

  1. Molto bella Maria Rosaria, mi piace sia l'utilità che la scelta delle stoffe. Io devo trovare u modo per portarmi il necessario di cucito quando viaggio in poco spazio e tutto ordinato, rimando sempre ma prima o poi rubacchierò qualche idea. Buon fine settimana, Alex

    RispondiElimina
  2. e' molto bella la tua scatola,anche le mie all'inizio son tutte ordinate, poi....

    RispondiElimina
  3. Bellissima.... queste stoffe valorizzano i disegni e le applicazioni...
    tutto in ordine....
    un bacio

    RispondiElimina
  4. Wow!!Non solo è utile, ma anche molto bella!!!
    Complimenti!!! :)
    Ciao ciao
    cri

    RispondiElimina
  5. Ho avuto il piacere di vederla dal vivo ed e' bellissima.Ciao

    RispondiElimina
  6. Bellissima! Hai tante idee favolose. Ciao

    RispondiElimina

Se vuoi, lasciami un commento: non c'è verifica parole! Grazie mille!
Maria Rosaria